Alcool, un cocktail dannoso per i denti




Con l’avvicinarsi dell’estate iniziano i primi caldi, la gente esce di più e ogni scusa diventa buona per trovarsi con gli amici e perché no bere qualcosa insieme. Tuttavia non sempre ciò che scegliamo di bere è sano per noi, oggi andremo a vedere nello specifico attraverso alcune domande e risposte che effetti ha l’alcool sui nostri denti.

 

Come l’alcool danneggia i tuoi denti?

 

Il consumo eccessivo di bevande alcoliche danneggia la parte estetica della nostra dentatura. Ma invece la nostra salute orale? Come l’alcool può pregiudicare i nostri denti? Macchie, carie, ipersensibilità, parodontite…

Quando prendiamo in considerazione le bevande alcoliche, molte persone pensano soltanto al fegato o pressione arteriosa. Infatti molti non tengono in considerazione che questa sostanza risulta essere molto cattiva per i denti.

Dunque è consigliato come sempre un consumo moderato alla fine di mantenere in salute tutto il corpo, denti inclusi.

Il principale effetto dell’alcool sui nostri denti è l’erosione dentale.

 

Cos’è l’erosione dentale?

 

Con erosione dentale intendiamo la perdita dello smalto che ricopre il dente per colpa degli acidi. Lo smalto è il manto duro che protegge il dente dai fattori esterni, e quindi protegge la dentina. Quando lo smalto si consuma, la dentina viene esposta causando problemi di ipersensibilità dentinale ma anche dolori più o meno forti.

 

Cosa comporta la perdita dello smalto?

 

L’erosione dello smalto in genere viene visualizzato come forma di fori nei denti. Questo effetto come detto in precedenza mette in mostra la dentina, che rispetto allo smalto ha un colore più opaco e giallastro. A causa della sensibilità che caratterizza questo elemento (la dentina) i denti possono diventare molti più sensibili agli stimoli come il caldo o freddo ma anche a bevande di natura zuccherose e acide.

 

Riduzione della saliva

 

L’alcool ha un effetto sulle ghiandole che producono la saliva, portandole a produrne in minore quantità, e ciò comporta seri problemi dentali.

Bisogna tener presente che la saliva ha uno scopo di impermeabilizzazione dei denti e rimuove parzialmente la placca. Se non vi è un continuo e cospicuo afflusso di saliva la placca batterica riesce ad accumularsi più facilmente provocando in fine carie, parodontite o gengivite.

Inoltre la mancanza di salivazione è un fattore che aumenta l’alito cattivo. I microorganismi presente sulla lingua sono colori che maggiormente causano problemi di alito cattivo.

 

Livelli di zuccheri elevati

 

Molti bevande alcooliche contengono alti livelli di zucchero. Lo zucchero serve di sostrato per molti batteri patogeni nella nostra bocca. Si a tutto ciò sommiamo la riduzione della saliva causata dall’alcool realizziamo che alla fine queste bevande sono una grande alleata delle carie.

L’alcool è anche la principale causa di atrofia epiteliale della mucosa orale, incrementando la solubilità delle sostanze tossiche.

D’altro canto questo tipo di sostanze aumenta gli effetti cancerogeni di altre sostanze, come per esempio il tabacco (da notare anche le sigarette elettroniche). Alcuni composti derivati dall’alcol possono essere di grande rilevanza nello sviluppo del cancro della cavità orale.

 

Carie

 

Per mantenere la nostra bocca libera da carie, il PH deve rimanere tra valori che comprendono i 5,6 e 7,6 di acidità. Se il valore va al di sotto dei 4,5 andremmo incontro a problemi di erosione e carie, aumentando dunque il rischio di demineralizzazione del dente. Per esempio dopo aver bevuto un Gin-Tonic il PH raggiunge livelli bassissimi attorno allo 2,5. Da tenere conto che di solito in una serata normale vanno bevuti più di uno. Questa condizione si aggrava in persone che abusano di alcool durante la loro vita.

E con gli impianti dentali?

 

L’alcol è un nemico naturale degli impianti dentali, poiché potendo causare problemi epatici questi possono aumentare la possibilità di emorragie all’ora di fare un impianto dentale. Difatti le persone che soffrono di alcolismo sono i candidati meno indicati per poter beneficiare di questa gamma di soluzioni per ripristinare la corretta dentatura.

In molti casi e in diverse parti della nostra vita l’alcool è diventata una bevanda “sociale”, ovvero aiuta le persone a socializzare. Sarebbe tuttavia consigliato dopo il consumo di alcool lavare correttamente i denti, utilizzando tutti gli strumenti che possiamo (spazzolino, filo, collutorio). È utile inoltre masticare gomma senza zucchero e bere acqua in abbondanza; questo aiuterà alla nostra bocca ad eliminare gli zuccheri che si sono fermati al suo interno e ripristinerà la giusta salivazione.

 

 

Quindi alla base di tutto quanto c’è la moderazione, ma nel caso in cui non riuscissimo a trattenerci davanti ad un calice di prosecco dovremmo tener in considerazione che abbiamo delle sane abitudini da fare, ovvero quella di lavarci i denti.

 

In conclusione come ci piace sempre consigliarvi se avete altre domande e volete chiarirvi ancora di più le idee non esitate a contattare la vostra clinica dentistica, dove il vostro dentista di fiducia saprà sicuramente rispondere a tutte le vostre domande.

Lascia un Commento