Malattie della Bocca, Gengivite e Parodontite




La bocca, come tante altre parti del nostro corpo è contaminata da batteri. Questi batteri, insieme alle muccose e altre formazioni, vanno in continuazione formando una placca appiccicosa e incolore che si deposita sui denti. Lo spazzolino e filo interdentale aiutano a rimuovere questa placca. Se la placca non viene eliminata, questa diventa dura e forma depositi chiamati tartaro, che il semplice spazzolino non riesce più a rimuovere. Solamente la pulizia realizzata presso cliniche dentistiche competenti può eliminarlo.

 

Gengivite

Mentre più tempo rimanga la placca e il tartaro sui denti, più danni possono creare. I batteri causano il gonfiore delle gengive il quale viene chiamato gengivite. Se una persona soffre di gengivite, le gengive si gonfiano, diventano rosse e sanguinano facilmente. La gengivite è una malattia lieve delle gengive che, di solito, viene curato con una corretta pulizia quotidiana, oltre ad una pulizia periodica fatta da un dentista o igienista dentale. Questa malattia non causa la perdita dell’osso o tessuto molle che sostengono i denti.

 

Parodontite

Quando la gengivite non viene curata adeguatamente, può convertirsi in parodontite. Questo vuol dire in un’infiammazione attorno al dente. Nella parodontite, le gengive si staccano dai denti e formano spazi che si infettano. Il sistema immunitario del corpo combatte l’infezione man mano che questa si diffonde e cresce al di sotto delle gengive.

Le tossine create dai batteri e la risposta naturale dell’organismo contro una infezione iniziano a distruggere l’osso e il tessuto che tengono fermi i denti al loro posto. Quando la parodontite non viene curata in modo corretto, le ossa, gengive e tessuti molli che sostengono i denti vengono distrutti. Col passare del tempo i denti diventano man mano più instabili e si arriva alla caduta o estrazione.

 

Fattori di rischio

Fumare: Quale altro motivo per smette di fumare Le serve? Fumare è uno dei fattori di rischio più significativo associati con lo sviluppo di malattie alle gengive. Inoltre, l’abitudine di fumare può ridurre l’efficacia di alcuni trattamenti.

Cambiamenti ormonali in bambine e donne; Questi cambiamenti possono causare una sensibilità maggiore nelle gengive, facilitando di fatto la gengivite.

Diabete; Le persone con diabete hanno un rischio maggiore di sviluppare infezioni, tra loro, le malattie alle gengive.

Altre malattie; Malattie, come il cancro o HIV e le sue rispettive cure (chemio, ecc) possono debilitare la buona salute delle gengive.

Farmaci; Ci sono molti farmaci sia di banco che con ricetta medica che possono ridurre la normale quantità di saliva in bocca. La saliva serve a proteggere la bocca, e se non se ne ha abbastanza, la bocca diventa suscettibile a infezioni come le malattie alle gengive. Ci sono molti farmaci che possono causare un eccessivo aumento nella crescita delle gengive, e questo crea difficoltà nella quotidiana pulizia.

Genetica; Alcune persone sono più propense ad altre di soffrire di malattie più o meno gravi alle gengive.

 

Chi viene colpito da queste malattie?

Generalmente, per persone che non hanno sintomi di eventuali malattie che colpiscano le gengive fino ad una età compresa tra i 30 e 50 anni.

Gli uomini hanno una maggiore probabilità rispetto alle donne di soffrire di queste malattie. C’è da dire che è raro che gli adolescenti sviluppino parodontite, possono sviluppare gengivite, ovvero la forma più lieve di malattie alle gengive. Di solito, queste patologie si formano quando la placca viene lasciata fino ad accumularsi fino a ricoprire i denti.

 

Come posso capire se ne sono affetto?

I sintomi che ci possono aiutare a capire se ne siamo colpiti sono:

  • Alitosi costante
  • Gengive rosse o gonfie
  • Sanguinamento o ipersensibilità
  • Dolore durante la masticazione
  • Denti instabili
  • Ipersensibilità dentinale
  • Denti che sembrano più larghi del normale o gengive staccate dai denti.

 

 

Altri sintomi oltre a questi possono essere un segnale che ci avvisa che un problema più grave è dietro la porta. In questi casi dovrà recarsi presso il suo dentista di fiducia il quale dovrà:

  • Farle domande sulla sua salute passata e presente per capire se ci possono essere altri problemi o fattori di rischio, come il fumo che come già accennato può causare problemi alle gengive.
  • Esaminare attentamente le gengive per capire se ‘è un’infezione in corso.
  • Utilizzare gli strumenti per determinare se vi sono spazi tra le gengive e denti e in caso misurarli. In una bocca sana questi spazi possono avere una misura che va da 1 a 3 millimetri. Di solito non è dolorosa questa prova.

 

Il suo dentista può anche realizzarle una radiografia per capire se c’è una perdita di densità ossea. In ogni caso può chiedere anche un consulto con uno specialista.

 

Come vengono curate queste malattie?

L’obbiettivo principale dei trattamenti è quello di controllare e ridurre l’infezione. Il quantitativo e tipologia di trattamenti può variare da diversi fattori, principalmente il grado di diffusione che ha ormai l’infezione. Ogni tipo di trattamento ha bisogno che il paziente continui con una buona cura quotidiana dei denti a casa. Il dentista può anche suggerire un cambiamento nelle abitudini del paziente con lo scopo di migliorare il risultato finale del trattamento.

 

Cosa posso fare per mantenere sani denti e gengive?

Andiamo ora a vedere attraverso piccoli consigli come possiamo mantenere in salute la nostra bocca.

  • Lavi i denti almeno due volte al giorno utilizzando un dentifricio che contenga fluoro.
  • Il filo interdentale è suo alleato per rimuovere la placca che si deposita in mezzo ai denti.
  • Non si dimentichi ogni anno di fare una visita dal dentista, e se lui lo riterrà sensato anche più volte.
  • Non fumi.

 

Malattie che colpiscono le gengive, possono in qualche modo provocare problemi al resto della bocca?

 

In alcuni studi, i ricercatori hanno notato che le persone che soffrono di malattie alle gengive (in confronto a quelle che non ne patiscono) hanno una maggiore probabilità di sviluppare malattie al cuore oppure avere problemi nella regolazione di glucosio in sangue. Altri studi dimostrano che le donne che vengono colpite da queste malattie hanno una maggiore probabilità di avere bambini prematuri o sottopeso rispetto a donne in salute. Tuttavia bisogna precisare che non si è in grado di affermare con certezza se sia dovuto ai problemi alle gengive. Probabilmente ci sono altri collegamenti patologici che possono andare a provocare queste problematiche.

Per fare un esempio; Ci potrebbe essere qualcosa che sta causando sia il problema gengivale che altri problemi di natura medica, o semplicemente può essere soltanto una coincidenza che queste due malattie si manifestino insieme. Quindi c’è ancora una gran necessità di approfondire le ricerche.

È consigliato in ogni caso curare ogni tipo di malattia che si manifesti a livello gengivale, questo ci aiuterà ad evitare problemi come la caduta dei denti, alitosi o altri disagi.

In conclusione vogliamo ancora una volta ricordare che in presenza di sintomi o semplicemente per ulteriori informazioni il vostro dentista di fiducia avrà sicuramente le risposte di cui avete bisogno.

Lascia un Commento